6 rimedi naturali per alleviare il dolore e infiammazione al nervo sciatico

La sciatalgia è l’infiammazione del nervo sciatico (o ischiatico), nervo che nasce nella zona lombare e attraversa tutta la gamba. Si presenta con un dolore intenso nella parte posteriore della coscia che scende fino al piede. Per alleviare il dolore, spesso intenso, che la sciatica provoca, possiamo ricorrere ad alcuni rimedi naturali, ecco qualche consiglio…

Dai rimedi della nonna: Curiamo la sciatica con i rimedi della nonna

La sciatalgia è l’infiammazione del nervo sciatico (o ischiatico), il nervo più lungo e anche il più voluminoso del corpo umano, si presenta con un dolore nella parte bassa della schiena, che si irradia nella zona posteriore della coscia e dell’anca, scende verso il polpaccio e arriva alla pianta del piede fino alle dita e il dolore aumenta se si resta seduti o in piedi per più di 10 minuti. A volte, è possibile percepire anche una sensazione di torpore alla gamba e il movimento, così come il controllo, della gamba sono più difficili.

 Cause

La sciatica può colpire ad ogni età, sia uomini che donne, non è una condizione grave ma è invalidante, in genere è dovuta ad un problema di compressione o di lesione del nervo sciatico e può essere acuta o cronica. I sintomi, sono sempre uguali sia per la sciatalgia cronica che per quella acuta diverse e molteplici le cause che la possono provocare.

La sciatalgia acuta, insorge all’improvviso a causa di un danno meccanico come un trauma (ad esempio uno sforzo eccessivo), la gravidanza avanzata (quando l’utero ingrossato preme sui nervi del bacino), un colpo di freddo.

La sciatalgia Cronica è piuttosto provocata da un problema non transitorio: ernia del disco, deviazioni della colonna vertebrale (scoliosi, iperlordosi soprattutto), tumori ossei, mialgie, artrosi, difetti posturali

Rimedi

Se la sciatalgia è cronica, attraverso esami radiografici e risonanza magnetica si dovrà risalire alla causa scatenante del dolore e agire su quella.

Le forme acute, a seconda della causa possono durare da pochi giorni, fino a poche settimane, anche se è variabile da caso a caso.

Per alleviare il dolore spesso intenso, provocato dalla sciatica, possiamo integrare la terapia tradizionale utilizzando alcuni rimedi naturali o rimedi della nonna

Ghiaccio: fare un impacco con ghiaccio involto in un tovagliolo e tenuto sulla zona dolorante per 15/20 minuti dovrebbe contribuire a ridurre l’infiammazione e dare un certo sollievo. Da ripetere giornalmente.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂 

Foglie di cavolo hanno proprietà anti-ossidanti e anti-infiammatorie:
a) immergere per qualche minuto foglie di cavolo fresche nello strutto scaldato a bagnomaria; tirarle fuori e posizionarle ancora calde sulla parte dolorante.
b) oppure tritare le foglie di cavolo, metterle sulla parte interessata e applicarci sopra un sacchetto di tela con sale grosso riscaldato.

Ortica: praticare un cataplasma fatto con foglie fresche di ortica immerse in acqua calda, questa pianta aiuta a contrastare i sintomi della sciatalgia;

Zenzero:praticare dei massaggi con olio di zenzero sulla zona dove è localizzato il dolore, lo zenzero frizionato, produce calore e attenua l’infiammazione:

Sale: riscaldarlo in un pentolino e poi avvolgerlo in un panno di lana e posizionarlo sulla parte dolorante;

Salvia: Fare bollire 2 cucchiai di foglie di salvia in 1 litro d’acqua per 10 minuti, togliere dal fuoco, raffreddare e bere 3 volte al giorno per 5 giorni.

Prevenzione

Nel caso, in cui la sciatalgia è dovuta ad uno sforzo elevato o ad un peso eccessivo che va a gravare sulle vertebre e sulla muscolatura della schiena, infiammando il nervo sciatico, possiamo adottare  alcuni semplici accorgimenti per prevenire l’infiammazione, da mettere in atto durante tutti i comportamenti a rischio in cui possiamo esporci nell’arco di una giornata:

-Migliorare la propria postura, sia da seduti sia da in piedi, sia in posizione statica sia in movimento, per evitare di sovraccaricare la schiena inutilmente;
-la schiena deve essere sempre rigorosamente dritta, il collo rilassato e le spalle allineate, senza gobbe o curvature pericolose della colonna vertebrale;
-quando ci accingiamo a sollevare un peso è bene piegare le gambe e divaricarle un po’ mantenendo la schiena in posizione dritta;
-qualora capitasse di portare più pesi, è bene distribuirli in modo equo sulle due braccia in modo da bilanciare la colonna vertebrale durante il cammino per una postura corretta;
-svolgere con frequenza un’attività fisica, come l’aerobica, le flessioni o lo stretching, è la scelta migliore per allenare la schiena e rafforzarne i muscoli.
-la postura ottimale va mantenuta anche durante il sonno, attraverso la scelta di un materasso adeguato e di cuscini che non costringano il collo a restare in una posizione innaturale.
– a tavola: preferire alimenti ricchi di vitamina B, un tonico per i nervi come piselli, spinaci, noci, banane, cereali integrali ecc.;
-e di vitamina E essenziale per la salute dei nervi e per il corretto funzionamento muscolare, quindi verdure a foglia verde, cereali integrali, noci e semi;
-infine evitare obesità e sovrappeso

Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo” e quello che ti ruba salute ed energia? [ Fai il Test GRATIS ]
Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Commenta

Close