ZENZERO: Vero Toccasana Ma Non Per Tutti! Ecco Chi Deve Evitarlo e Perché. VIDEO

Conosciamo i tanti benefici che può portare l’assunzione di questa spezia, ma quali siano le controindicazioni dello zenzero è un argomento meno noto. Scopriamo chi farebbe decisamente meglio a non assumerlo e a valutare con attenzione effetti collaterali e controindicazioni dello zenzero!

Lo zenzero è un prezioso toccasana per la nostra salute, ricco di proprietà e portatore di immensi benefici, grazie alle sue molteplici modalità di assunzione ed utilizzo; quello che spesso sottovalutiamo però, sono le controindicazioni dello zenzero, perché gli effetti sul nostro benessere possono anche essere negativi. Le controindicazioni dello zenzero infatti, possono provocare in alcune tipologie di persone, dei danni da non sottovalutare.

Questa radice è utilizzata sin dall’antichità per le sue rinomate proprietà antiossidanti e antisettiche, una sorta di panacea che può essere utilizzata quasi per tutto, ma che, come spesso accade nasconde anche un altro lato che bisogna conoscere, quello legate alle controindicazioni dello zenzero sulla nostra salute.

Segui i nostri consigli su Salute e Benessere. Metti un Like 🙂 

Le 4 tipologie di persone che non devono assumerlo e perchè.

  • Controindicazioni dello zenzero per le donne in gravidanza

    Le donne in gravidanza dovrebbero evitare drasticamente di assumerlo. Sebbene possa aiutare ad alleviare la nausea gravidica, in quanto antiemetico, una delle controindicazioni dello zenzero è quella di aumentare la peristalsi e cioè le contrazioni intestinali che favoriscono la digestione; inoltre, la presenza massiccia di gingerolo può peggiorare l’acidità di stomaco, fastidio comune in gravidanza, e avere effetti abortivi stimolando le contrazioni uterine e la dilatazione.

  •  Controindicazioni dello zenzero per le persone sottopeso

    Se da un lato può essere un valido aiuto in una dieta, perché riduce l’appetito e brucia i grassi, le controindicazioni dello zenzero per chi invece è sottopeso, derivano dalle medesime proprietà, e possono ostacolare il tentativo di mettere su dei chili.

  •  Controindicazioni dello zenzero per persone con malattie del sangue e problemi di circolazione

    La radice dello zenzero ha effetti anticoagulanti e quindi contribuisce a ridurre la formazione di coaguli nelle arterie, abbassando i livelli di colesterolo nel sangue e, diminuendo la pressione sanguigna. Le controindicazioni dello zenzero in questo caso, e le accortezze nell’assumerlo, riguardano pazienti effetti da emofilia per cui l’incremento del flusso sanguigno non porta dei benefici e da pazienti affetti da patologie cardiovascolari.

  • Controindicazioni dello zenzero per persone che assumono specifici farmaci

    Bisognerebbe evitare l’assunzione dello zenzero durante terapie a base di farmaci antinfiammatori e ipotensivi e, dato il suo effetto fluidificante del sangue, le controindicazioni dello zenzerodovrebbero essere ben valutate nel caso in cui si assumano farmaci antiaggreganti e anticoagulanti proprio per la proprietà che lo zenzero ha, di rallentare la coagulazione del sangue.

Altre curiosità e controindicazioni dello zenzero

Come tutte le piante officinali, anche lo zenzero va utilizzato con oculatezza e consapevolezza, senza abusarne. E’ diventato un nostro alleato per molteplici necessità, lo utilizziamo nelle tisane, in cucina, addirittura come afrodisiaco, ma questo non deve farci dimenticare che anche le controindicazioni dello zenzero vanno conosciute e approfondite. Si consiglia sempre di consultare il medico per ogni dubbio e per valutare insieme con lui eventuali interazioni con stati morbosi o con l’assunzione contemporanea di farmaci.

(FONTE)

Conosci il cibo che ti fa sentire “al massimo” e quello che ti ruba salute ed energia? [ Fai il Test GRATIS ]
Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Commenta

Close